Unconventional training

Utilizzare un contesto atipico per far sperimentare al gruppo un’esperienza d’insieme significa a livello formativo servirsi di una particolare metodologia didattica attiva, l’Experiental Learning, con l’intento di coinvolgere i partecipanti, spogliati dal quotidiano ruolo professionale, sul piano fisico, cognitivo ed emozionale. Questo tipo di metodologia ha la funzione di coinvolgere le persone in ambienti e situazioni diverse da quelle quotidiane mediante una serie di attività che inducono ad agire fuori dagli abituali schemi mentali e comportamentali, permettendo al singolo e al gruppo di far emergere i propri punti di forza e di debolezza in un contesto privo di condizionamenti e pressioni.

L’apprendimento che si desidera stimolare utilizzando questa metodologia è di tipo esperienziale: vengono infatti proposte attività che coinvolgono i partecipanti in prima persona e che  rappresentano simbolicamente, mediante metafore, la vita lavorativa reale, da affrontare però in un contesto “protetto”, estemporaneo e non convenzionale dove è importante “mettersi in gioco” per comprendere e saper gestire le proprie potenzialità e limiti. Il toccare con mano come e perché alcuni comportamenti producono specifici effetti, favorisce il crearsi della motivazione necessaria a modificare il proprio comportamento per adeguare la prestazione professionale agli obiettivi dell’organizzazione.